L’ambito operativo individuato dal progetto di Terra riguarda l’agricoltura sostenibile e la società inclusiva (inclusione sociale in ambito rurale)  ma tocca anche le aree collegate  della salute, benessere e sicurezza alimentare.

Il carattere innovativo della nuova impresa consiste nella sua volontà di operare nell’agricoltura sociale e dell’inclusione in ambito rurale vale a dire su due aspetti importanti e qualificanti delle strategie di innovazione e sviluppo individuate anche nella nuova programmazione comunitaria 2014-2020.

Altro importante aspetto innovativo del progetto è quello di unire mondo agricolo e mondo sociale in maniera organica e strutturata. Ciò attraverso la collaborazione stabile tra persone con competenze e storie diverse ma anche unendo aziende agricole e cooperative sociali. Promuovendo insieme lo sviluppo di una nuova agricoltura inclusiva e più sostenibile a livello sociale ed ambientale.

La proposta progettuale è stata volta alla creazione di una giovane impresa costituita sotto forma di cooperativa agricola sociale a r. l. di tipo B (inserimento lavorativo di persone svantaggiate) con attività nel settore agricolo (inteso nella sua eccezione più ampia della multifunzionalità agricola).

La proposta è stata quella di dare vita ad una impresa cooperativa mista, di lavoro ma anche di conferimento e servizi, che unisca società cooperative sociali ad imprese agricole e a persone (soci lavoratori e/o dipendenti, appartenenti a categorie svantaggiate e non) interessate al lavoro agricolo anche in forme e modalità più sostenibili ed innovative.

La cooperativa potrà gestire direttamente o svolgere in collaborazione con le imprese associate attività di agricoltura sociale che risultino in rapporto di connessione con l’attività agricola, che deve rimanere comunque principale in relazione a quanto previsto dalle norme comunitaria, nazionali e regionali in materia di agricoltura sociale.

Terra può rappresentare una valida soluzione per quegli operatori sociali pubblici e privati interessati a sostenere o a partecipare, a partire dal territorio provinciale di Pesaro, un progetto imprenditoriale di sviluppo dell’agricoltura sociale cogliendo le occasioni che questa può offrire anche in termini di nuove opportunità di welfare per la comunità locale.

Terra può rappresentare la giusta soluzione per quelle imprese sociali interessate a partecipare a progetti di agricoltura sociale ed alla creazione di una filiera agricolo sociale che implementi ed innovi la loro attività coordinando le risorse. L’adesione a Terra permette di non disperdere energie e qualificare la propria azione mediante il rapporto con un partner specializzato.

Terra è una opportunità per le piccole imprese agricole di unirsi e sviluppare progetti di crescita dell’attività aziendale in agricoltura e di stabilire un contatto stabile con il modo del sociale (operatori e cooperative) che può permettere la realizzazione di progetti integrati di agricoltura sociale.

Terra è una opportunità per i cittadini e consumatori di sostenere e partecipare ad un percorso di sviluppo dell’economia sociale, di una agricoltura più sostenibile, per promuovere nuove forme di consumo e la valorizzazione della cultura locale, dei prodotti e del territorio.

Terra è una start up con forte azione di innovazione sociale che opera nel settore emergente a livello europeo dell’agricoltura sociale, un movimento culturale ed economico che nasce dall’incontro tra nuova agricoltura sostenibile, welfare innovativo e nuove sensibilità di cittadini e dei consumatori.

Il progetto di Terra si avvale sia delle capacità imprenditoriali e tecniche dei promotori che del sostegno delle aziende socie, imprese che dispongono di risorse tecniche e finanziarie in grado di supportare la cooperativa in numerosi ambiti importanti.

 

L’idea di Terra nasce dall’esperienza di alcune persone e aziende coinvolte negli ultimi anni,  a vario titolo, in esperienze di agricoltura sociale promosse da cooperative sociali del territorio,

Le difficoltà verificatesi in queste  iniziative (scarsa esperienza e produttività del personale, ridotta capacità tecnico-produttiva, costi elevati delle produzioni, difficoltà di svolgere attività agricola fuori dalla conduzione famigliare ecc.) hanno evidenziato la necessità di avviare, su basi nuove un progetto di agricoltura sociale a partire dalla necessità di costruire un soggetto specializzato, con una base sociale e patrimoniale solida (con buona capitalizzazione iniziale) ed esperta (per l’apporto degli imprenditori agricoli).  Un soggetto potenzialmente in grado di operare nel giro di qualche anno su una scala almeno provinciale.

Terra è una cooperativa mista dove dovranno collaborare soggetti diversi per aspettative, esperienze, sensibilità e caratteristiche istituzionali.  Data la complessità del progetto diventa opportuno cercare di creare un buon affiatamento ed un clima positivo tra i soci.

Tra i soci fondatori sono già presenti tre delle tipologie previste dallo statuto:

  • Persone fisiche (soci lavoratori)
  • Cooperative sociali
  • Aziende agricole

Le cooperative sociali sono i soggetti potenzialmente interessati all’attività agricola sociale come ampliamento del loro ambito di operatività:

  • sul versante educativo-terapeutico;
  • sul versante del benessere e della qualità della vita
  • nel campo dell’avviamento/inserimento lavorativo.
  • come conferitori di prodotti agricoli
  • come fruitori di servizi
  • come consumatori (soci e utenti)

In alcuni casi le cooperative coinvolte sono in possesso dei requisiti di Imprenditore Agricolo e possono diventare anche conferitori di prodotti, terreni o attrezzature.

Gli Agricoltori aderenti sono in prevalenza giovani e sono interessati al progetto per una serie di motivi:

  • il conferimento di prodotti,
  • la fruizione di servizi;
  • la fornitura di servizi,
  • la disponibilità di attrezzature e macchinari,
  • la collaborazione in progetti di agricoltura sociale presso la loro impresa,
  • la disponibilità o la fornitura d’opera;
  • le opportunità di lavoro offerte dalla cooperativa;

I soci lavoratori, data la natura mista dell’impresa, svolgono un ruolo importante sia per la gestione dell’attività sociale (inserimento lavorativo e programmi sociali) che per lo sviluppo della produzione agricola diretta. Sono persone interessate al progetto sia in relazione al suo carattere innovativo e progettuale che come opportunità occupazionale.

Tra i soci ed i dipendenti è prevista la presenza di una significativa rappresentanza di appartenenti alle categorie svantaggiate di cui alla L 381/91.